Regolamento

La Casa che vi ospiterà per questo soggiorno, che auguriamo il più sereno possibile, è frutto della generosità di una comunità parrocchiale mentre la gestione si regge con le offerte degli ospiti.

Sta a voi, ora, dimostrare la bontà della nostra azione usando la Casa con la massima cura e attenzione, perché qui è luogo di riposo e tranquillità per le persone che verranno accolte dopo di voi e la dovranno trovare in ordine, pulita e completa delle cose che contiene.

Le offerte che lascerete servono per le spese sostenute per la buona conduzione della Casa (lenzuola, federe, detersivi, luce, acqua, metano, telefono, benzina, manutenzione, ecc.).

Modalità di accoglienza

Nello spirito della “Casa di Accoglienza Dilva Baroni” ed in considerazione che l’ospitalità è ad offerta, hanno priorità nell’accoglienza le persone disagiate, con minori possibilità economiche. Inoltre l’ospitalità viene data alle persone che si trovano nelle seguenti situazioni:

Pazienti in terapia ambulatoriale

E’ consentita l’ospitalità al paziente sino al termine della terapia. Se le sue condizioni fisiche richiedono assistenza, potrà essere accompagnato da n.1 familiare.

Familiari di pazienti ricoverati

L’ospitalità è riservata ai soli famigliari del paziente ricoverato e dovrà dividere la camera con altri ospiti.

Il periodo di permanenza è a tempo determinato (2-3 settimane) e l’eventuale prolungamento è subordinato al protrarsi della cura e compatibilmente alla disponibilità di posto.

Sintesi del regolamento

1. La Casa deve essere usata nel massimo rispetto degli altri ospiti e del vivere civile; il venir meno a ciò potrà essere motivo di cessazione dell’ospitalità.

2. Nella Casa c’è a disposizione degli ospiti una lavanderia autogestita con stenditoio e stireria; una cucina autogestita ed un refettorio. E’ proibito conservare e consumare cibi in camera.

3. La vita nella Casa non è scandita da orari di pratiche religiose affinchè ognuno sia libero di professare il proprio credo nel rispetto degli altri.

4. La “Casa di Accoglienza Dilva Baroni” non si assume nessuna responsabilità per la mancanza di oggetti di valore o denaro. Si raccomanda vivamente di non lasciarli incustoditi.

5. Ogni ospite dovrà portare sempre con se le chiavi della propria camera e chiudere sempre le porte, onde evitare che estranei possano introdursi all’interno della Casa.

6. Nella camera non devono assolutamente essere ospitati altri familiari o amici. Il personale incaricato della Casa potrà accedere nella camera ogni qualvolta lo riterrà opportuno.

7. In ogni camera c’è un elenco di tutte le cose in esso contenute, eventuali rotture e/o mancanze dovranno essere segnalate immediatamente alla Direzione.

8. La camera, quando sarà lasciata libera, dovrà essere pulita ed in ordine come è stata trovata.

9. Le auto degli ospiti dovranno sempre essere custodite all’interno del parcheggio.

10. I viaggi effettuati dal pulmino per gli ospedali fuori Torrette, vengono eseguiti solamente alle ore 08,00 ed alle ore 19,00/19,45; se il viaggio delle 08,00 non viene effettuato potrà essere sostituito da un altro viaggio su richiesta sempre per la stessa destinazione.

11. Collaborare con i volontari per segnalare ogni tipo di anomalia.

12. L’orario di Accettazione della Casa è:
dalle 09,oo alle 12,oo e dalle 15,oo alle 18,oo nei giorni feriali(lun-sab)
dalle 18,oo alle 19,oo la domenica ed i giorni festivi.

E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO FUMARE ALL’INTERNO DI TUTTI I LOCALI DELLA CASA DI ACCOGLIENZA